VeniceQueen.it

RHCP Italian Community since 2004

John Frusciante: «nel nuovo disco dei RHCP nessuna influenza dal mio lavoro solista»

Intervistato lo scorso 22 ottobre da Double J Radio, il chitarrista dei Red Hot Chili Peppers ha parlato del suo nuovo lavoro solista Maya (disponibile da venerdi 23 ottobre) e del suo secondo ritorno nella band, precisando che la sua passione per la musica rave che ormai permea il suo lavoro da solista, sarà totalmente tagliato fuori dalle nuove canzoni che Kiedis e co.

“Beh, potrei farlo se volessi ma,  questa non era l’idea che avevo, questo è quello che faccio da solo, ho provato a farlo da solo, unire la musica rave al rock e non penso che sia ciò che voglio fare con i Chili Peppers . Quello che trovo eccitante nei Chili peppers è vedere cosa posso fare con la chitarra, perché negli ultimi 12 anni ho usato la chitarra solo per fare pratica e non per comporre musica, e vedere quante cose si possono fare con una Stratocaster, negli altri dischi usavo più chitarre. Fino ad ora in studio sto facendo tutto con una chitarra e cerco di far suonare quella chitarra in modi diversi , in maniera diversa in ogni pezzo, è una sorta di sfida musicale. Sono coinvolto con la batteria in una maniera diversa rispetto alle volte precedenti perché prima non sapevo neanche la differenza tra un ride e un crash, adesso sono a mio modo un batterista , molte delle parti di batteria sono più pazze rispetto al passato ma non sono interessato a fare solo della musica pop basso-batteria”

Frusciante, ha poi precisato di non aver incontrato nessuna difficoltà personale, dopo che a dicembre, è tornato ad essere membro dei Red Hot Chili Peppers:

“Si, è come tornare in famiglia, sono estremamente a mio agio con queste persone, quando abbiamo iniziato a suonare è stato come se il tempo non fosse passato ad esclusione di un paio di cose minori. Ad esempio io e Chad comunichiamo in maniera diversa rispetto al passato. “