Venicequeen.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Home Recensioni Recensioni Side Projects Dot Hacker - How's Your Process? - Play EP [2014]

Dot Hacker - How's Your Process? - Play EP [2014]

E-mail Stampa PDF
02_Hows_Your_Process_Play_150x150

How's Your Process? (Play) rappresenta i secondi 45 minuti che avevamo scherzosamente metaforizzato in maniera calcistica qualche mese fa, al fine di descrivere quest'ultima fatica di Josh e soci. Il primo tempo (ovvero Work) aveva ottenuto un vantaggio di misura, nonostante diversi sprechi sotto porta da parte del quartetto americano. La squadra esce dagli spogliatoi senza effettuare cambi, o forse sì: la tattica si fa più ebbra di tastiere, le chitarre arretrano in una posizione difensiva, ricordando alcuni automatismi che avevano fatto le fortune della 'partita' d'esordio. Tutto in via però teorica, in realtà il gioco ristagna parecchio a centrocampo, drum machine e tasti bianchi seppelliscono il pallone sotto la coltre letargica dei sei minuti di "Memory". Al pari di come la conclusiva "Anger" tenda ad incespicare sul contenuto sinfonico fin troppo invasivo sull'interessante linea melodica, appesantendo il brano di contenuti fin troppo struggenti. Entrambi i brani fanno parte del bagaglio tecnico del songwriting del polistrumentista, ma riproposti con un'energia più appannata rispetto al passato. Una "Quotes" era meglio imbastita rispetto al primo brano citato, così come in A Sphere in the Heart of Silence non si fatica a trovare una ballad suggellata al piano che sia più valida del secondo citato. Forse lo sfondo si è arricchito dal punto di vista dell'arrangiamento formale, ma la sostanza intorno alla voce di Josh si è resa più detrarrente che arma. Facendo a volte addirittura distrarre l'ascoltatore dalla melodia principale che intanto svolazza intorno all'udito. Indubbiamente i riferimenti musicali sono sempre di qualità: cenni al catalogo della 4AD in quanto ad atmosfere oniriche, Thom Yorke a far 'ciao' con la manina durante "Somersault" (tappeto ritmico di rilievo), non manca del pop/rock ispido alla Garbage in "Slideclimb", dove gli orpelli sono meno affamati. Tutti spunti positivi che raddrizzano e bilanciano il disco verso un giudizio piacevole piuttosto che di reale fascino. Tornando al paragone del rettangolo di gioco, è come partire in uno stadio gremito da ventimila posti e ritrovarsi, a mano a mano, a notare tribune che rimpiccioliscono e spazi che si assottigliano, fino a trovarsi in una simpatica partitella di allenamento tra amici: la vinci (perché l' 1-0 dell'andata, o meglio dell'altro EP, resta e bilancia i due risultati). Ma non è più la stessa cosa. Quella sensazione di doversi accontentare, ricorrente nelle ambizioni dei Dot Hacker: dai tour limitati ai confini limitrofi fino a questi passi discografici. Puntuale poi giunge il brano che osa un filo più degli altri, il tocco in “Mission Creep” promette lidi cupi di alternative rock, un po' macchiati dei ruggiti elettronici alla Playing The Angel dei Depeche Mode, e ne esce l'episodio migliore, che mostra cosa si otterrebbe appunto osando di più. Dai due tempi calcistici, se ne sarebbe potuto ricavare un unico EP da 4/5 brani (pescando magari più da Work che da Play) che sarebbero degni dell'esordio. Ma così per come è stata gestita la release, ne risulta un piccolo passo indietro, sperando sia solo una rincorsa prima di un grande salto in avanti.

Gidan Razorblade
Share Link:
Bookmark Google Yahoo MyWeb Del.icio.us Digg Facebook Myspace Reddit Ma.gnolia Technorati Stumble Upon
 

SEGUI VQ.IT

facebook2instagram_logotwitter-iconyoutube
myspacegoogle-plus-iconalastfm2Abbonati al Feed RSS di Vq.it

SOSTIENI VQ.IT

paypal_donate

Save_the_Children

Sondaggio

Qual è stato il concerto che avete preferito tra le 5 date italiane del The Getaway Tour?
 


What's Hot !?

animazione2
Silverlake Conservatory of Music
Fb Page - CoverBands Italiane
banner_coverband_myspace2
collage_army_small
Vq.it remembers kissarmy