Venicequeen.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Home Perchè VQ.it?
Perchè VQ.it?

Perchè Venicequeen.it? (*Ntjr*)

E-mail Stampa PDF
ntjrAd un anno dal concerto dei Red Hot a San Siro, ho deciso di tirar fuori tutto quello che volevo scrivere da molto, forse troppo tempo. Trovo solo ora il tempo e il modo di farlo perché finalmente sono iniziate le tanto aspirate vacanze. Innanzitutto concordo con tutto quello che è stato detto qui sopra da *sir psycho sexy*. Spero che la mia storia non vi annoi più di tanto, ma vi consiglio di leggerla per capire nel migliore dei modi le ragioni per cui, sullo scoccar della mezzanotte, sto scrivendo queste righe...

Siamo nel 2002. Un brutto virus, che mi aveva ridotto ad uno straccio (visto che non dormivo giorno e notte a causa dell'insistente tosse), mi rese la vita difficile nel periodo in cui dovevo affrontare l'esame di terza media. Non so come ma riuscii a superare quel periodo, ma appena terminati gli esami scolastici mi aspettava un altro tipo di esami ... quelli medici. Venni così ricoverato in ospedale per accertare le cause di quella maledetta tosse, che proprio non se ne voleva andare. Le mia estate sembrava compromessa: ero decisamente pessimista e non ce la facevo più a passare le nottate in bianco. Per fortuna il tutto si calmò e trovai il modo di partire per il mare in compagnia di due mie cugine. Sarà stato il cambiamento d'aria, sarà stato che mi stavo divertendo e rilassando, fatto sta che ogni giorno le mie condizioni di salute miglioravano a vista d'occhio (grazie a Dio!). Tra un bagno e l'altro, mentre l'umore tornava ai suoi livelli "standard", commisi un gesto (illegale!!!) che mi ha cambiato la vita. Ci stavamo godendo la vita da spiaggia, mentre un giovane senegalese si avvicinò a noi e ci propose una vastissima gamma di cd pirati. Visionandola, decisi di comprare il nuovo album di un gruppo chiamato Red Hot Chili Peppers. Non sapevo bene chi fossero questi quattro. Al loro nome (che mi incuriosiva molto) associavo vaghi ricordi: i tatuaggi e una canzone la cui melodia mi rimbalzava in testa sin da quando, nell'ancor più remoto 2000, avevo visto il relativo videoclip interamente realizzato a computer. Quell'esplosione di colori era riaffiorata nella mia mente qualche giorno prima quando, prima di partire per il mare, vidi di sfuggita che quel quartetto era tornato al centro dell'attenzione con By The Way. Sembravano più pazzi che mai e stavolta il video, più che ad un videogioco, assomigliava ad un film poliziesco. Lì per lì la canzone mi colpì molto perché non avevo mai ascoltato (e visto) niente del genere. Già da lì capii che era una band fuori dagli schemi. L'unica cosa che dovevo fare ora era comprare quel disco e vi assicuro che mentre consegnai i 5 € a quel senegalese sentii in me che qualcosa stava per accadere. Ero emozionato e non vedevo l'ora di ascoltarlo quel disco, ma prima ancora di averlo fra le mani sentivo qualcosa nell'aria che emanava delle stupende vibrazioni di un'energia incredibilmente positiva e rassicurante. Fu davvero una cosa indescrivibile: la passione e le emozioni che è riuscito a trasmettermi quel disco non le ho più provate da allora. È stato il vero amore, un colpo di fulmine. Tutto, in quel momento della mia vita, ruotava attorno a quelle sedici canzoni che si riveleranno in seguito una benedizione e (senza esagerare) un'ossessione. Quella musica riuscì a risollevarmi dal brutto periodo passato, da cui avevo bisogno di fuggire. Fu come essere trasportato in un'altra parte dell'universo. Quelle canzoni riuscivano (e riescono tuttora) a farmi venire i brividi e a farmi scoprire sensazioni mai provate ad ogni loro ascolto. Ora il mio desiderio più grande era quello di dare una forma più chiara a quella famosa melodia di cui mi ero innamorato, che continuava a rimbalzare in ogni angolo del mio cervello.

Leggi tutto...
 

Perchè Venicequeen.it? (Sir Psycho Sexy)

E-mail Stampa PDF

sirpsychosexyBella domanda questa. Sono tanti i motivi per cui dal 23 luglio del 2004 trovate on-line questo sito internet dedicato ad uno dei gruppi fondamentali per capire il rock alternativo degli ultimi venti anni. Il primo sta nel fatto che, sia io che il mio più stretto collaboratore e vero webmaster del sito *Ntjr*, volevamo dare a tutti i fans un’alternativa ai tanti siti in italiano buoni, ma mai completi, sul mondo Peppers. Non so se chi sta leggendo queste righe possa trovare in questo indirizzo quello che non ha trovato su altri, ma sicuramente l’idea iniziale (e per la quale tutti i giorni lavoriamo, anche grazie all’aiuto di altri due collaboratori) è quello di rendere Venicequeen.it un definitivo (troppo presuntuoso?) punto di contatto tutto in italiano per chi vuole essere sempre aggiornato sulle vicissitudini di Kiedis & Co. Poi c'è la questione cover band: negli ultimi tre anni i gruppi che sono nati con lo scopo di riprodurre il sound caldo e melodico del funk redhottiano sono stati veramente tanti e i visitatori più attenti si saranno accorti che sin dall’home page stiamo lavorando sodo per dar spazio a tutti coloro che si cimentano in attività live di tributo alla band. Facciamo questo non solo proponendovi una sezione dedicata interamente alle cover band con schede biografiche e recensive dei loro concerti, ma anche tenendovi aggiornati, tramite la stessa home page, delle loro attività live. Nei sei mesi di lavorazione poi, ci siamo accorti che i nostri siti “concorrenti” non hanno mai dedicato eccessiva attenzione a sezioni fondamentali come quelle discografiche (spesso poco corrette oppure incomplete) ed a quelle recensive. Che ci sia troppo riserbo da parte dei webmasters nel parlare eccessivamente male o eccessivamente bene dei lavori dei Red Hot? Questo non lo sappiamo, ma sta di fatto che alcuni di loro hanno preferito far prendere “carta e penna” agli iscritti del proprio forum per sbilanciandosi in valutazioni personali (come abbiamo fatto noi) riguardanti la discografia. Non so, forse pecco di troppa presunzione, forse sono un povero illuso che crede di aver lavorato meglio di tanti altri e di aver veramente fornito un lavoro definitivo in cui i visitatori si possano riconoscere e documentare. Fatto sta che dopo i primi mesi di pubblicazione Venicequeen.it sta funzionando: le persone visitandolo si accorgono che in fin dei conti qualcosa in più degli altri ce l'abbiamo (chiedere a tutte le cover band che ci hanno scritto congratulandosi del lavoro svolto nei loro confronti). La nostra speranza è che anche il forum possa riscuotere un successo accettabile al più presto. In questi mesi poi stiamo lavorando molto anche sul mondo parallelo che gira intorno al gruppo di Los Angeles: abbiamo aperto la sezione Parallel Universes per far conoscere ai fan dell’ultima ora quali sono state le influenze dichiarate dal gruppo stesso e quali sono la giovani band che oggi riempiono i negozi di dischi, ispirati al crossover fuori dagli schemi dei quattro Los Sensitivos (così si faceva chiamare il gruppo ai tempi di "One Hot Minute"). Se invece la sezione On the road è dedicata al fan più documentativo, visto che al suo interno sono pubblicate tutte le date che i Red Hot hanno fatto dal 1990 al 2004 (anche se presto lavoreremo per trovare anche quelle più vecchie), la sezione Look story (presto on-line) vi mostrerà le incredibili trasformazioni estetiche che il combo ha effettuato in questi primi 20 anni di attività. Nel frattempo ricordatevi che noi siamo sempre qui, giorno e notte ad ascoltare i vostri consigli e le vostre prediche per cercare di migliorare sempre di più il nostro lavoro. E ricordatevi: è per voi, sì proprio voi che state leggendo queste poche righe scritte da un povero analfabeta con un’infinita passione per i Red Hot Chili Peppers, che noi siamo qui. Grazie di tutto sempre e comunque. GIVE IT AWAY, GIVE IT AWAY, GIVE IT AWAY NOW!

Prato, 24/04/2005


Bella domanda questa. Sono tanti i motivi per cui dal 23 luglio del 2004 trovate on-line questo sito internet dedicato ad uno dei gruppi fondamentali per capire il rock alternativo degli ultimi venti anni. Il primo sta nel fatto che, sia io che il mio più stretto collaboratore e vero webmaster del sito *Ntjr*, volevamo dare a tutti i fans un’alternativa ai tanti siti in italiano buoni, ma mai completi, sul mondo Peppers. Non so se chi sta leggendo queste righe possa trovare in questo indirizzo quello che non ha trovato su altri, ma sicuramente l’idea iniziale (e per la quale tutti i giorni lavoriamo, anche grazie all’aiuto di altri due collaboratori) è quello di rendere Venicequeen.it un definitivo (troppo presuntuoso?) punto di contatto tutto in italiano per chi vuole essere sempre aggiornato sulle vicissitudini di Kiedis & Co. Poi c'è la questione cover band: negli ultimi tre anni i gruppi che sono nati con lo scopo di riprodurre il sound caldo e melodico del funk redhottiano sono stati veramente tanti e i visitatori più attenti si saranno accorti che sin dall’home page stiamo lavorando sodo per dar spazio a tutti coloro che si cimentano in attività live di tributo alla band. Facciamo questo non solo proponendovi una sezione dedicata interamente alle cover band con schede biografiche e recensive dei loro concerti, ma anche tenendovi aggiornati, tramite la stessa home page, delle loro attività live. Nei sei mesi di lavorazione poi, ci siamo accorti che i nostri siti “concorrenti” non hanno mai dedicato eccessiva attenzione a sezioni fondamentali come quelle discografiche (spesso poco corrette oppure incomplete) ed a quelle recensive. Che ci sia troppo riserbo da parte dei webmasters nel parlare eccessivamente male o eccessivamente bene dei lavori dei Red Hot? Questo non lo sappiamo, ma sta di fatto che alcuni di loro hanno preferito far prendere “carta e penna” agli iscritti del proprio forum per sbilanciandosi in valutazioni personali (come abbiamo fatto noi) riguardanti la discografia. Non so, forse pecco di troppa presunzione, forse sono un povero illuso che crede di aver lavorato meglio di tanti altri e di aver veramente fornito un lavoro definitivo in cui i visitatori si possano riconoscere e documentare. Fatto sta che dopo i primi mesi di pubblicazione Venicequeen.it sta funzionando: le persone visitandolo si accorgono che in fin dei conti qualcosa in più degli altri ce l'abbiamo (chiedere a tutte le cover band che ci hanno scritto congratulandosi del lavoro svolto nei loro confronti). La nostra speranza è che anche il forum possa riscuotere un successo accettabile al più presto. In questi mesi poi stiamo lavorando molto anche sul mondo parallelo che gira intorno al gruppo di Los Angeles: abbiamo aperto la sezione Parallel Universes per far conoscere ai fan dell’ultima ora quali sono state le influenze dichiarate dal gruppo stesso e quali sono la giovani band che oggi riempiono i negozi di dischi, ispirati al crossover fuori dagli schemi dei quattro Los Sensitivos (così si faceva chiamare il gruppo ai tempi di "One Hot Minute"). Se invece la sezione On the road è dedicata al fan più documentativo, visto che al suo interno sono pubblicate tutte le date che i Red Hot hanno fatto dal 1990 al 2004 (anche se presto lavoreremo per trovare anche quelle più vecchie), la sezione Look story (presto on-line) vi mostrerà le incredibili trasformazioni estetiche che il combo ha effettuato in questi primi 20 anni di attività. Nel frattempo ricordatevi che noi siamo sempre qui, giorno e notte ad ascoltare i vostri consigli e le vostre prediche per cercare di migliorare sempre di più il nostro lavoro. E ricordatevi: è per voi, sì proprio voi che state leggendo queste poche righe scritte da un povero analfabeta con un’infinita passione per i Red Hot Chili Peppers, che noi siamo qui. Grazie di tutto sempre e comunque. GIVE IT AWAY, GIVE IT AWAY, GIVE IT AWAY NOW!

Prato, 24/04/2005
 


SEGUI VQ.IT

facebook2instagram_logotwitter-iconyoutube
myspacegoogle-plus-iconalastfm2Abbonati al Feed RSS di Vq.it

SOSTIENI VQ.IT

paypal_donate

Save_the_Children

Sondaggio

Dopo 'Dark Necessities', 'Go Robot' e 'Sick Love' quale brano dovrebbe scegliere la band come quarto singolo estratto da The Getaway?
 


What's Hot !?

animazione2
Silverlake Conservatory of Music
Fb Page - CoverBands Italiane
banner_coverband_myspace2
collage_army_small
Vq.it remembers kissarmy