Venicequeen.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Home News RHCP: le dieci canzoni più sottovalutate (secondo Ultimate Guitar) sono ...

RHCP: le dieci canzoni più sottovalutate (secondo Ultimate Guitar) sono ...

E-mail Stampa PDF
LE DIECI CANZONI PIÙ SOTTOVALUTATE DEI RED HOT CHILI PEPPERS

 

underrated_songs

 

WARM TAPE (2002)
Nessun assolo, niente riff spettacolare di Frusciante, ma resta comunque unico e accattivante. In pratica il riff è formato da note singole suonate sia sulla chitarra, sia sul violino (forse), e il testo è corto e non spazia tanto.
Quello che le persone a volte dimenticano è come questo brano leghi insieme un ritornello spettacolare e coinvolgente a un ottimo bridge.
È frenetico, e la canzone cambia quasi completamente.

SLOW CHEETAH (2006)
Slow Cheetah è una di quelle poche canzoni dei RHCP guidate dalla chitarra acustica. Il testo della canzone descrive la ricaduta nella droga e come la dipendenza dalle droghe possa colpirti anche dopo anni di guarigione.

TORTURE ME (2006)
Stadium Arcadium è un vero capolavoro e non c’è da sorprendersi che qualche canzone possa esser stata nascosta dalle hit, e Torture Me è una di queste.
Voglio dire, dai, come può non piacere una canzone così energica?

ON MERCURY (2002)
Un’incredibile jam dove Flea suona il corno e divertente da cantare grazie al testo super accattivante.

THE RIGHTEOUS & THE WICKED (1991)
La strofa dentro Righteous & The Wicked è un bellissimo esempio di come fare meno è meglio, con tanti ringraziamenti alla chitarra.

MELLOWSHIP SLINKY IN B MAJOR (1991)
La canzone definitiva per portare il tempo coi piedi. Mellowship Slinky in B Major è un bellissimo inno funk-rock, che di solito viene trascurato.

EASILY (1999)
Insieme hard-rock e bellissima, ha uno degli assoli di Frusciante più belli, una batteria spettacolare di Chad, e le parole di Kiedis non suonano totalmente stupide come “There’s a devil in my dick and some demons in my semen.” (syr psycho sexy)

QUIXOTICELIXER (1999)
Quixoticelixer ha un’ottima struttura. La canzone inizia in un modo molto semplice e poi esplode quando meno te lo aspetti. Purtroppo, Quix è stata pubblicata 18 anni fa e mai suonata live.

JOHNNY, KICK A HOLE IN THE SKY (1989)
Con “Mother’s Milk”, i RHCP virano verso una musica molto più rock. Johnny, Kick A Hole In The Sky mette insieme un coro gospel e un ritornello che ti da sentimenti diversi. Un brano interessante da ascoltare.

TEAR (2002)
Una della canzoni più dolci di “By The Way”, ha molto da offrire. Troviamo molto Frusciante nel pezzo: la sua vena dolce, l’assolo di chitarra, i controcanti e l’utilizzo della tastiera. E poi ovviamente l’assolo di tromba di Flea.

Fonte: Ultimate-Guitar.com
Traduzione a cura di Simone Melissano

Share Link:
Bookmark Google Yahoo MyWeb Del.icio.us Digg Facebook Myspace Reddit Ma.gnolia Technorati Stumble Upon

Commenti

Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Ultimo aggiornamento Martedì 24 Ottobre 2017 18:27  

SEGUI VQ.IT

facebook2instagram_logotwitter-iconyoutube
myspacegoogle-plus-iconalastfm2Abbonati al Feed RSS di Vq.it

SOSTIENI VQ.IT

paypal_donate

Save_the_Children

Sondaggio

Qual è stato il concerto che avete preferito tra le 5 date italiane del The Getaway Tour?
 


What's Hot !?

animazione2
Silverlake Conservatory of Music
Fb Page - CoverBands Italiane
banner_coverband_myspace2
collage_army_small
Vq.it remembers kissarmy