Venicequeen.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Home News Josh Klinghoffer racconta i suoi dieci anni nei Red Hot

Josh Klinghoffer racconta i suoi dieci anni nei Red Hot

E-mail Stampa PDF
Josh Klinghoffer racconta i suoi dieci anni nei Red Hot
Josh Klinghoffer, intervistato dall’attore/cabarettista Marc Maron all’interno del suo programma/podcast WTF With Marc Maron, racconta tutta la sua vita musicale, come ha iniziato a suonare, qual è stata la sua prima chitarra, le collaborazioni con Bob Forrest, John Frusciante, Vincent Gallo, PJ Harvey, Beck, Gnarls Barkley, Dot Hacker e la sua esperienza da turnista con i RHCP nel 2007 (dice che fu un’idea di Chad).
Il chitarrista losangelino ha parlato anche degli inizi nel gruppo, di quando gli è stato chiesto di entrare nei RHCP (il 20 Luglio 2009). I lavori per I’m With You sono iniziati in Ottobre dello stesso anno (sono state registrate più di 50 canzoni per l’album, più tante altre che non sono state finite).
Josh ha rivelato che inizialmente John Frusciante sarebbe rimasto stupito che Kiedis, Flea e Smith volessero continuare in seguito alla sua seconda dipartita. Sembra anche che in tutti questi anni lui e Josh non abbiano mai parlato; la prima volta è stata solo ad Ottobre 2019 durante il matrimonio di Flea.
Poco dopo il concerto del 2 Novembre per la raccolta fondi per la Silverlake Conservatory School Of Music, Josh è stato chiamato a casa di Flea (i due vivono molto vicino al momento), assieme a Anthony Kiedis e Chad Smith. I tre gli avrebbero detto che avevano intenzione di chiedere a John di rientrare nel gruppo. Josh è stato in silenzio per un po’ e poi ha detto di non essere sorpreso, sapeva che John e Flea si vedevano spesso (avevano anche iniziato a jammare insieme nuovamente). Ultimamente anche Anthony aveva incontrato John Frusciante. Josh ha dichiarato di aver mantenuto buoni rapporti con tutti, infatti un paio di giorni dopo sarebbe anche andato a cena con Flea.
Josh all’inizio dell’esperienza nei Red Hot sentiva molto la pressione e aveva paura di non essere all’altezza. Si è detto felice che John sia rientrato nel gruppo solo adesso perché, se fosse tornato dopo il tour di I’m With You la cosa l’avrebbe distrutto ma ora, dopo 2 dischi e mezzo e due tour si sente comunque soddisfatto di ciò che ha fatto. Nell’ultimo anno avevano iniziato a lavorare al seguito di The Getaway senza registrare ufficialmente niente.
https://www.youtube.com/watch?v=gqiNHPe3oZQ&fbclid=IwAR0sT5ERjNd6dzmZEA9bGTefJ7Dwh0RVdKCa9y5-poAm12PgUTAKC7sGfy8

jk

Josh Klinghoffer, intervistato recentemente dall’attore/cabarettista Marc Maron all’interno del suo programma/podcast WTF With Marc Maron, racconta tutta la sua vita musicale, come ha iniziato a suonare, qual è stata la sua prima chitarra, le collaborazioni con Bob ForrestJohn FruscianteVincent GalloPJ HarveyBeckGnarls BarkleyDot Hacker e la sua esperienza da turnista con i RHCP nel 2007 (dice che fu un’idea di Chad Smith).



Il chitarrista losangelino ha parlato anche degli inizi nel gruppo, di quando gli è stato chiesto di entrare nei RHCP (il 20 Luglio 2009). I lavori per I’m With You sono iniziati nell'ottobre dello stesso anno (sono state registrate più di 50 canzoni per l’album, più tante altre che non sono state finite).

Josh ha rivelato che inizialmente John Frusciante sarebbe rimasto stupito che KiedisFleaSmith volessero continuare in seguito alla sua seconda dipartita. Sembra anche che in tutti questi anni lui e Josh non abbiano mai parlato; la prima volta è stata solo ad Ottobre 2019 durante il matrimonio di Flea.

Poco dopo il concerto del 2 Novembre per la raccolta fondi per la Silverlake Conservatory School Of MusicJosh è stato chiamato a casa di Flea (i due vivono molto vicino al momento), assieme a Anthony KiedisChad Smith. I tre gli avrebbero detto che avevano intenzione di chiedere a Frusciante di rientrare nel gruppo. Josh è stato in silenzio per un po’ e poi ha detto di non essere sorpreso, sapeva che John Flea si vedevano spesso (avevano anche iniziato a jammare insieme nuovamente). Ultimamente anche Anthony aveva incontrato John FruscianteJosh ha dichiarato di aver mantenuto buoni rapporti con tutti, infatti un paio di giorni dopo sarebbe anche andato a cena con Flea.

Josh all’inizio dell’esperienza nei Red Hot sentiva molto la pressione e aveva paura di non essere all’altezza. Si è detto felice che John sia rientrato nel gruppo solo adesso perché, se fosse tornato dopo il tour di I’m With You la cosa l’avrebbe distrutto ma ora, dopo 2 dischi e mezzo e due tour si sente comunque soddisfatto di ciò che ha fatto. Nell’ultimo anno avevano iniziato a lavorare al seguito di The Getaway senza registrare ufficialmente niente.

Grazie a Francesco Colinucci

Share Link:
Bookmark Google Yahoo MyWeb Del.icio.us Digg Facebook Myspace Reddit Ma.gnolia Technorati Stumble Upon

Commenti

Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Ultimo aggiornamento Domenica 26 Gennaio 2020 17:25  

SEGUI VQ.IT

facebook2instagram_logotwitter-iconyoutube
myspacegoogle-plus-iconalastfm2Abbonati al Feed RSS di Vq.it

SOSTIENI VQ.IT

paypal_donate

Save_the_Children

Sondaggio

Qual è stato il concerto che avete preferito tra le 5 date italiane del The Getaway Tour?
 


What's Hot !?

animazione2
Silverlake Conservatory of Music
Fb Page - CoverBands Italiane
banner_coverband_myspace2
collage_army_small
Vq.it remembers kissarmy