Venicequeen.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Home News I 5 momenti da ricordare del 2018 in casa Red Hot Chili Peppers

I 5 momenti da ricordare del 2018 in casa Red Hot Chili Peppers

E-mail Stampa PDF

Il 2018 in casa Red Hot Chili Peppers non è stato di certo un anno sabbatico. Almeno non del tutto.
Un mini tour in sudamerica, l'inizio dei lavori per il nuovo album e l'annuncio di un tour in Oceania per l'inizio del 2019 sono l'emblema di una band che non ha molta voglia ancora di sedersi sugli allori nonostante una carriera che si avvicina ai 40 anni di attività.
In questo articolo, anche per tirare un pò le somme su questo anno che sta per volgere al termine, abbiamo radunato "5 top moments" (dal meno al più imporotante) che hanno coinvolto, non necessariamente in ambito musicale, il gruppo californiano.

 

05 – Anthony Kiedis e quella foga… di troppo!
Uno degli episodi più esilaranti (se non il più esilarante) dell’anno peppersiano è stato senza dubbio l’allontanamento di Anthony Kiedis dagli spalti dello Staples Center di Los Angeles lo scorso 22 ottobre, in occasione della partita tra i suoi Lakers e gli Houston Rockets. Il motivo era una rissa scoppiata tra Rondo e Chris Paul, giocatore avversario, che ha mandato su tutte le furie il nostro Antonio, il quale non ha perso l’occasione di inveire furiosamente contro Paul, che, espulso, stava lasciando il campo passando vicino alla tribuna VIP, dove sedevano proprio Kiedis e Flea (apparso alquanto imbarazzato durante l’escandescenza del suo amico); quanto basta per far sì che la sicurezza decida di portar fuori Sir Psycho Sexy, che, a capo chino, ha lasciato il suo comodo seggiolino. “Right or wrong my song is strong!”

 

kiedis-kzsB-U3050348467830KME-593x443Corriere-Web-Nazionale

 

04 – Flea e un regalino niente male
Poche settimane fa, Flea, in collaborazione con la Fender, ha deciso di vendere il suo Active Jazz Bass di color grigio, usato in occasione dell’ultimo tour a supporto di The Getaway. L’annuncio è stato accompagnato da un video in cui il bassista (vestito con una tunica arancione degna dei detenuti americani) sfoggia la sua abilità con lo strumento sulle montagne californiane. “Quando sono al meglio della forma, provo solo a lasciarmi andare e a far brillare la luce.” Non sappiamo ancora se il basso sia già stato venduto, ma se per caso decideste di farvi un bel regalino per le feste, sappiate che dovrete spendere un bel po’ di spiccioli. “I’m a little Pea…”

 

fender-flea-jazz-bass-active-signature-rhcp-teaser-770x425

 

03 – Nuovo album in arrivo a breve?
Lo scorso settembre, intervistato dall’amico Scott Lips per una trasmissione radiofonica, Anthony Kiedis ha dichiarato che il gruppo si sarebbe messo in moto nel giro di due settimane per cominciare a lavorare sul nuovo album, affermando inoltre che il disco uscirebbe già nel 2019; quanto basta per far partire tra i fan il totodata. Non sappiamo quanto attendibili siano queste parole, le uniche certezze che abbiamo sono, al momento, le date del tour oceaniano in programma nei prossimi mesi. “We hope we get what we deserve”

 

02 – Il ritorno di Nevermind in scaletta
Lo scorso marzo, in occasione dei concerti sudamericani per il Lollapalooza, i Red Hot Chili Peppers sono tornati a suonare Nevermind, brano di Freakey Styley che mancava in scaletta addirittura dal 1996. Una sorpresa molto gradita dai fan locali e anche da quelli italiani, i quali, collegati col PC per seguire gli show in piena notte, sono rimasti a bocca aperta. Tra le chicche rispolverate in quelle date, anche Hump De Bump (suonata dopo 11 anni) e If (suonata solo una volta prima di allora). “’Cause we’re The Red Hot… Chili… Peppeeeers!”

 

01 – Flea e John Frusciante di nuovo insieme
Al primo posto non poteva che esserci questa. Lo scorso 28 luglio, in occasione di un incontro di boxe che si svolgeva allo Staples Center, Flea e John Frusciante sono riapparsi pubblicamente insieme dopo ben dieci anni. La foto, che immortalava i due con dei bellissimi sorrisi a 32 denti, ha inevitabilmente riacceso tra i fan un entusiasmo che forse non si era visto nemmeno con l’annuncio delle date italiane nell’ultimo tour, facendogli perfino ipotizzare un improbabile (?) ritorno. Sognare è lecito. “Johnnyyy, Johnny Johnnyyy”

 

flea_john

Articolo a cura di Gianmarco Minossi

Share Link:
Bookmark Google Yahoo MyWeb Del.icio.us Digg Facebook Myspace Reddit Ma.gnolia Technorati Stumble Upon

Commenti

Nome *
Inserisci l'e-mail per la verifica
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Dicembre 2018 09:36  

SEGUI VQ.IT

facebook2instagram_logotwitter-iconyoutube
myspacegoogle-plus-iconalastfm2Abbonati al Feed RSS di Vq.it

SOSTIENI VQ.IT

paypal_donate

Save_the_Children

Sondaggio

Qual è stato il concerto che avete preferito tra le 5 date italiane del The Getaway Tour?
 


What's Hot !?

animazione2
Silverlake Conservatory of Music
Fb Page - CoverBands Italiane
banner_coverband_myspace2
collage_army_small
Vq.it remembers kissarmy