Venicequeen.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Home News
News

Dosed: i RHCP la suonano per la prima volta dal vivo ad Edmonton (Canada)

E-mail Stampa PDF

18739869_781867381975193_6600669245149833706_n

Ieri sera - domenica 28 maggio 2017 - i Red Hot Chili Peppers durante il concerto che hanno tenuto ad Edmonton (Canada), hanno suonato per la prima volta "Dosed", brano incluso nell'album By The Way (e quinto singolo per il mercato americano) che Kiedis e soci in quindici anni non avevano mai performato dal vivo. La canzone è stata suonata insieme al chitarrista Zach Irons, figlio dell'ex batterista della band Jack e leader degli Irontom, che stanno aprendo in questo periodo alcune date del gruppo californiano.

Di seguito vi mostriamo la clip della performance di "Dosed" e la scaletta che i RHCP hanno eseguito ad Edmonton.

 

01. Around The World
02. Dani California
03. The Zephyr Song
04. Dark Necessities
05. Mommy, Where's Daddy?
06. Tell Me Baby
07. Go Robot
08. Californication
09. Brandy
10. Aeroplane
11. Dosed
12. Higher Ground
13. Soul To Squeeze
14. By The Way
encore:
15. Goodbye Angels
16. Give It Away

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Maggio 2017 11:56
 

Chris Cornell: i Red Hot Chili Peppers lo omaggiano suonando "Seasons"

E-mail Stampa PDF

18519479_1331058306930016_3273999306919932530_n

 

Durante il concerto che i Red Hot Chili Peppers hanno tenuto ieri sera alla Bankers Life Arena di Indianapolis, valido per la leg nord americana del The Getaway World Tour, è stata performata dal chitarrista della band Josh Klinghoffer una cover di "Seasons", brano inciso da Chris Cornell nel 1992 per la colonna sonora del film Singles.
Cornell si è suicidato, in circostanze ancora non del tutto chiare la notte tra il 17 e 18 maggio per motivazioni che sono tutt'ora al vaglio della polizia dopo un concerto con i suoi Soundgarden a Detroit. Il cantante (che ad inizio anni '00 ha inciso anche tre dischi con gi Audioslave oltre che ad una fortunata carriera solista) aveva 52 anni ed era una delle figure cardini della scena grunge rock di Seattle.

18491574_705953622941230_5870600887279154393_o
Chris Cornell con Flea e Anthony Kiedis, primi anni '90

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Maggio 2017 18:34
 

Knower: sono loro la band di supporto alle date italiane dei RHCP di luglio

E-mail Stampa PDF

KNOWER-black-and-white-800x445

 

Sarà il duo losanegelino electro pop Knower ad aprire le date italiane (ma non solo) che i Red Hot Chili Peppers terranno il prossimo 20 e 21 luglio rispettivamente a Roma e Milano. E' stata la band stessa ad annunciarlo qualche ora fa sul proprio profilo Facebook.
I Knower nascono nel 2009 a Los Angeles, California, dalla volontà di due musicisti elettronici molto attivi nell'underground cittadino: Louis Cole e Genevieve Artadi. Il duo fa il suo esordio discografico l'anno succcessivo con l'album Louis Cole and Geneevieve Artadi raccogliendo da subito un discreto successo sia di critica che di pubblico. Il loro ultimo album in studio è Life ed è stato dato alle stampe lo scorso anno: dal disco sono stati estratti ben tre singoli con relativi video, ed il loro brano ad oggi più noto è "The Govt, Knows", con annessa e ironica critica alla politica guerrafondaia americana palesatta nella clip promozionale.


Cattura2

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Maggio 2017 14:47
 

Goodbye Angels: guarda il video ufficiale del nuovo singolo dei Red Hot Chili Peppers

E-mail Stampa PDF

Cattura

E' disponibile da poco più di un'ora il video ufficiale di "Goodbye Angels", quuarto singolo ufficiale estratto da The Getaway. Il brano succede "Dark Necessities", "Go Robt" e "Sick Love". La clip è stata girata da Thoranna Sigurdardottir e vede come protagonista l'attrice Klara Kristin e sovrappone rirprese in esterno con momenti live della band durante un recente show ad Atlanta. Potete vedere il video qui di seguito.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 09 Maggio 2017 11:41
 

Perché i RHCP sono la miglior band anni '90 ancora in circolazione

E-mail Stampa PDF
Perché i Red Hot Chili Peppers sono la miglior band anni '90 ancora in circolazione

RHCP-3

Un'infinita ondata di energia contagiosa, un'ipnotica performance teatrale e una soddisfacente dose di funk-rock. Questo è quello che ottieni quando vai ad assistere ad un concerto dei Red Hot Chili Peppers.

La scorsa notte, all'Amway Center di Orlando, Alternative Nation ha avuto l'occasione di assistere ad uno dei concerti che la band sta tenendo in occasione del suo tour nordamericano, a supporto dell'ultimo album ''The Getaway''. Ecco elencati i motivi per i quali i RHCP sono oggi considerati la miglior band alternative-rock anni '90 ancora oggi sulla scena.

1. L'apertura magnetica dello show.

I Red Hot Chili Peppers hanno cominciano con una tranquilla jam iniziale, sfociata poi in Can't Stop, per proseguire quindi con Snow. Cominciare un concerto con questi pezzi è fantastico, perché è un modo per fomentare subito il pubblico ed assicurarsi che tutti gli spettatori siano in palla, quindi è stato l'inizio perfetto per lo show.

2. Il loro esteso repertorio.

Quando hai pubblicato 11 album in studio, significa che hai parecchie canzoni da suonare.  i RHCP hanno coperto una vasta gamma, suonando almeno una canzone di otto loro dischi.

3. Cambiano la scaletta.

A sorpresa, non hanno suonato classici come Otherside o Dani California. Ma guardando le scalette dei concerti precedenti, si può notare come ad ogni show cambino regolarmente i pezzi da suonare. Una band eccentrica come i Red Hot Chili Peppers non sembra proprio il classico gruppo che voglia mantenere la stessa setlist ogni sera e se i fan sono in grado di indovinare subito quale canzone dovesse essere suonata dopo un'altra, tanto vale vedersi il concerto su YouTube.

4. Il suono incredibile.

Prima di tutto, non molte band sono in grado di ricreare esattamente lo stesso suono che producono in studio. I RHCP ci riescono e forse dal vivo lo rendono ancora migliore. Suonano ad un volume alto, ma nonostante ciò, la voce di Anthony Kiedis non viene affatto soppressa dagli strumenti.

5. Ogni membro aggiunge un unico elemento al concerto.

Sembra che Anthony Kiedis abbia ancora vent'anni, Flea fa saltare tutti e Josh Klinghoffer non sbaglia una nota, con un sound che ricorda molto quello di Jimi Hendrix.  Alla batteria, Chad Smith è impeccabile. Ha lanciato in aria le bacchette diverse volte, per poi riprenderle al volo e continuare a battere sui tamburi.

6. L'aspetto teatrale.

Le luci erano incantevoli. Si muovevano come cilindri, facendo su e giù e ricreando figure sopra la folla, cambiando anche colore a seconda della parte strumentale. Il blu e il verde venivano utilizzate per canzoni più tranquille, mentre il rosso e altri colori più caldi comparivano per pezzi più movimentati. Queste luci erano sempre in sincronia con la musica suonata, aggiungendo così un elemento invitante all'intero concerto.

7. Sembra una festa.

In aggiunta alla maggior parte delle loro canzoni più allegre, i singoli membri della band hanno mostrato una notevole energia, dimenandosi e correndo da una parte all'altra del palco come maniaci. Rendono il concerto molto eccitante nel fare vedere come si divertono tutti insieme. In occasione del bis, Flea è tornato sul palco eseguendo la verticale da un estremo all'altro.

8. La modestia.

Chad Smith ha concluso il concerto gridando al pubblico e ringraziandolo per sostenere la musica dal vivo. E' una considerazione molto importante al giorno d'oggi, in un mondo dove la tecnologia comincia a sopperire il talento grezzo che molte band (RHCP in testa) mostrano spesso.

Traduzione a cura di Gianmarco Minossi
Fonte: alternativenation.net
Ultimo aggiornamento Sabato 29 Aprile 2017 16:53
 


SEGUI VQ.IT

facebook2instagram_logotwitter-iconyoutube
myspacegoogle-plus-iconalastfm2Abbonati al Feed RSS di Vq.it

SOSTIENI VQ.IT

paypal_donate

Save_the_Children

Sondaggio

Dopo 'Dark Necessities', 'Go Robot' e 'Sick Love' quale brano dovrebbe scegliere la band come quarto singolo estratto da The Getaway?
 


What's Hot !?

animazione2
Silverlake Conservatory of Music
Fb Page - CoverBands Italiane
banner_coverband_myspace2
collage_army_small
Vq.it remembers kissarmy